Markets and Gardens in HK..

Chi mi conosce sa che, a Milano, non ho mai avuto un grande rapporto con i mercati ne’ con i parchi per due motivi completamente diversi. Dei primi non ho un bel ricordo. Mia nonna mi trascinava ogni benedetto lunedì a fare la spesa a Clusone dove abbiamo una piccola casa ed io, ancora bambina, oltre ad essere strattonata a destra e a sinistra subivo un comportamento vagamente isterico da parte di mia nonna che arrivava di fronte ad ogni bancarella, chiedeva qualcosa e, se il suo interlocutore ci metteva piu’ di un secondo netto a rispondere, se ne andava piantandomi li! Più’ di una volta mi e’ toccato correrle dietro nel vero senso della parola! Ad ogni modo a casa, a parte le bancarelle in cui si vendono pesce, frutta e verdura, tutto il resto mi sembra un’accozzaglia di oggetti visti e rivisti e parecchio noiosi. I parchi, invece, li ho sempre amati ma, non avendo mai tempo di frequentarli nel momento migliore che, per me, e’ la mattina presto, finisco sempre per andarci nel week end dove la tranquillita’, il silenzio e il relax sono concetti impossibili da trovare.

Quando sono stata in Egitto prima e in SudAmerica poi, mi sono innamorata dei mercati, quelli veri; i mercati in cui si vendono spezie coloratissime, tessuti, pozioni magiche e stramberie come al Mercado de las brujas a La Paz.

 

I mercati tipici in Asia sono ugualmente meravigliosi. Puoi trovare di tutto, dal pesce ancora vivo ai polli, ahime’, anch’essi vivi oppure oggetti di ogni sorta come piatti artigianali a 15 hk$, pelli secche di animali, frutta secca, funghi, cibo cotto fatto al momento, unguenti curativi e vari tipi di frutta e verdura (anche le cime di rapa!); il tutto in un’esplosione cromatica che quasi abbaglia!

 

Naturalmente c’e anche un altro lato della medaglia, come in ogni cosa. Ieri, ad esempio, sono stata ad Aberdeen, un quartiere molto tipico a sud dell’isola dove, oltre al piu’ famoso fish market sulla Promenade, si trova anche il market cosiddetto generico in cui, purtroppo, l’odore della carne cruda appesa insieme all’umidità, al cibo cotto e chi piu’ ne ha, piu’ ne metta, mi ha leggermente nauseato.

Per quello che riguarda i parchi e i giardini, beh, qui e’ tutta un’altra storia. Innanzitutto, non dovendo andare al lavoro per 8 ore al giorno ogni giorno, posso godermi i parchi nel loro momento di massimo splendore: quando tutti lavorano e quando i bambini sono a scuola. I parchi di Hong Kong non hanno nulla a che vedere con i parchi di Milano (non me ne voglia la mia adorata citta’!). Qui non si trova una carta per terra, un albero fuori posto, un cespuglio che non sia tagliato a regola d’arte. Insomma, sembra di essere all’interno di uno spazio talmente bello da sembrare finto!

Il massimo esempio di questa cura maniacale per i dettagli si puo’ trovare al Nan Lian Garden, un’oasi in piena Kowloon (MTR: Diamond Hill, bus 101 o 111 da Wan Chai o 111 da Central) in cui, entrando, si perde completamente il senso del tempo e dello spazio e ci si inoltra in una dimensione magica, antica, tradizionale tanto quanto l’odore dell’incenso e dei fiori che qui dimorano indisturbati. In realta’ questo giardino e’ stato ideato e realizzato in tempi moderni seguendo l’impronta dei giardini cinesi dell’Epoca Tang. Possiamo osservare qui centinaia di bonsai, alberi secolari, ninfee, cascate e laghetti pieni di carpe colorate… veramente uno scenario che sembra dipinto.

Ho trascorso tutta la mattina qui oggi e un po’ mi dispiace tornare a casa! Ad ogni modo, vi lascio con delle meravigliose foto!

2 pensieri su “Markets and Gardens in HK..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...