Sham Shui Po: una tappa obbligatoria!

In questi giorni, in barba alla neve e al gelo italico, qui c’e un clima meraviglioso. Lo so, e’   troppo presto per cantar vittoria e sono cosciente al 100% che, in estate, ne pagherò le conseguenze. Ad ogni modo, queste giornate, oltre a portarmi a visitare parchi e templi meravigliosi, mi ha portato ben 3 volte a Mon Kok e a Sham Shui Po. Questi quartieri sono caratterizzati da mercati di strada perenni che vendono di tutto: repliche di borse di lusso e borse di lusso “taroccate” (non proprio legali!), stoffe, nastri, bottoni, carne, pesce, cellulari, attrezzi per il fai-da-te e chi piu’ ne ha, piu’ ne metta.

Io mi sono concentrata sulle stoffe perché, contrariamente a cio’ che sostiene mia madre, sono dell’idea di spendere il meno possibile per le “bomboniere”. Lo trovo uno spreco di soldi inutile anche perché, una volta mangiati i confetti, che te ne fai? Quindi sono andata a cercare delle stoffe e dei nastri per farmi cucire i sacchettini porta confetti, accompagnata da Anna, la mia nuova amica romana che ho conosciuto qui a Hong Kong che mi ha consigliato sui colori e la forma.

Per trovare il mercato del tessile bisogna prendere l’uscita A2 di Sham Shui Po e dirigersi verso Ki Lung Street numeri 240-216 e cominciare a camminare!

Alla fine, spendendo qualcosa come 15 euro, sono tornata a casa con: metri di stoffa di lino, nastri di varie forme, pizzi, merletti, ago e filo e delle foto fighissime fatte alle bancarelle e ai passanti. Adesso mi manca da trovare un sarto e il gioco e fatto!

Il giorno prima, invece, siamo andate al Ladies Market non prima di aver passato la mattina in un meraviglioso posto di cianfrusaglie e oggetti “da cartoleria” tra cui adesivi, penne, pennarelli, quaderni, gadgets per le feste, post-it colorati a forma di gatto, cane e uccello.

Al Ladies market si trova ogni cosa dalle borse ai braccialetti di Tiffany, passando per le Polo di Ralph Lauren, tutto rigorosamente contraffatto. In pratica loro espongono la merce piu’ scadente e palesemente falsa per poi, appena ti avvicini, tirarti dentro nella bancarella e mostrarti le borse false che sembrano vere. Devo dire che, in passato, quando non avevo preoccupazioni di alcun genere e uno stipendio fisso, ho buttato al vento (per non dire altro!) interi stipendi in borse e scarpe quindi un po’ me ne intendo. Le borse che ho visto due giorni fa erano fatte bene e costavano pochissimo. Quasi quasi un pensierino ce lo faccio…! 😉 Se ci andate, sappiate che accettano solo contanti!

Ad ogni modo oggi credo faro’ un altro giretto li! Mi sto affezionando a Kowloon perché e’ la parte veramente cinese di Hong Kong, senza fronzoli, senza macchinoni e senza pretese. E’ così come la vedi, non c’e una facciata a coprirne i difetti e io adoro tutto cio’ che e’ vero e trasparente! 再见

 

4 pensieri su “Sham Shui Po: una tappa obbligatoria!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...